Povero diavolo, che pena mi fai.

Vittoria pesantissima quella del Napoli, ieri a San Siro. Tre punti fondamentali per un Napoli in versione Dottor Jekyll e Mister Hyde.

La squadra azzurra parte subito fortissimo e, dopo soli 10 minuti, si porta in vantaggio di due gol.

Al 6° Lorenzo Insigne, imbeccato da un Mertens in versione assistman, con un forte  sinistro insacca la rete alle spalle di  Donnarumma; lo “ scugnizzo di Fratta” conferma di eleggere i rossoneri a vittima preferita.

Al 9° Callejon , con un diagonale rasoterra, costringe un incerto Donnarumma a recuperare il pallone dal fondo della rete; ancora una volta l’assist è di Mertens.

Il Napoli per i primi 30 minuti giganteggia, dispensando lezioni di calcio e rischiando di chiudere definitivamente la pratica con Callejon  che, però, tira addosso al portiere e Mertens, il cui sinistro è troppo centrale per impensierire il portiere avversario.

Dalla mezzora la squadra di Montella si carica e al 37° accorcia le distanze; un retropassaggio incauto  di Jorginho a Tonelli favorisce l’inserimento di Kucka che batte Reina con un tocco di esterno destro.

Ora è il Napoli a soffrire, la squadra si è allungata e rischia il pareggio già a inizio ripresa, ma la traversa , colpita da Pasalic, salva i partenopei.

La squadra di Sarri corre ai ripari inserendo Diawara per un Jorginho decisamente non in serata e sfiora addirittura il tris con un pallonetto di Insigne da metà campo.

I rossoneri tornano alla carica nel finale, prima con Paletta e poi, in un disperato assalto finale, addirittura con Donnarumma. Nulla di fatto però, al 95° il triplice fischio decreta la fine del match : alla “Scala del Calcio” cala il sipario, Il Napoli batte il Milan  2-1.

Dal Meazza, dove anche la Juve ha lasciato i tre punti, il Napoli esce con la consapevolezza di meritare i vertici della classifica e di essere attrezzato per vincere contro chiunque, ma anche con contezza dei propri limiti e necessità di porvi rimedio quanto prima possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *